InBianco 2014: i vini bianchi trionfano a Palazzo Carignano

InBianco a Palazzo Carignano - Torino

Una degustazione sontuosa, una carrellata di vini bianchi da brividi, una cavalcata emozionante su un Pegaso Bianco che ci ha portato con eleganza e passione dalla Mosella Tedesca fino alla Sicilia del Grillo e del Carricante. Questo è stato InBianco, evento enoico consumato ieri a Torino, dedicato ai Vini Bianchi Europei…leggete per scoprire qualche vino da non perdere…

Inizia in questo modo il resoconto sulla bellissima giornata di ieri, ben organizzata da ArteVino Studio, a partire dalla location nobile ed elegante, suggestiva e tutto sommato ben modellata sull’evento, continuando sulla scelta dei vini importante e molto ampia e sulla disposizione dei tavoli di degustazione compatta e non dispersiva. Grissini e acqua in quantità hanno dato una mano a mantenere l’equilibrio, sarebbe stato piacevole mangiare qualcosa di più a metà giornata ma forse avrebbe fatto perdere il focus sui vini e la capacità di continuare ad assaggiare con attenzione e senza distrazioni di mente e palato.

Le cantine presenti erano 78 circa, con circa 170 vini bianchi in degustazione, più o meno due per ogni cantina. Molte le realtà italiane, che coprivano gran parte del paese e numerose anche le cantine francesi, da Borgogna e Alsazia in particolare, oltre a qualche rappresentante tedesco, svizzero e austriaco.
I produttori mi sono parsi quasi tutti molto disponibili, desiderosi e probabilmente soddisfatti di presentare i propri vini ad un pubblico abbastanza competente e soprattutto interessato, aspetto non sempre scontato.

InBianco_Palazzo Carignano_Interno

Per chi ama il vino, per chi si ritiene un appassionato e ama assaggiarlo e cercare di capirlo, ieri è stata una grande festa, un’opportunità speciale per degustare vini provenienti da realtà, terreni e vitigni diversi, anche distanti come caratteristiche, facendolo con calma senza fretta, potendo scegliere di muoversi agilmente e senza perdere tempo in base alla quantità di gente presente in ogni punto.
Occasione giusta anche per memorizzare alcune sensazioni, conoscere vitigni mai assaggiati prima o solo in modo distratto, imparare qualcosa di nuovo, anche grazie alla grande facilità di dialogare con i produttori e con altri appassionati, uno degli aspetti più belli della giornata.nBianco_Palazzo Carignano_Affreschi soffitto

Pubblico in gran parte italiano, ma anche diversi turisti ed appassionati da fuori, molti assaggiatori e alcuni giornalisti, qualche personaggio istrionico che sarebbe stato interessante seguire.

InBianco 2014 – Gli Assaggi da non Perdere

E ora la parte più guduriosa, magari utile per chi sta leggendo e vuole portarsi a casa qualche nome da assaggiare….fare una selezione non è facile, per varie ragioni ma proverò a stilare un elenco personale di 10 vini imperdibili degustati ieri (ma con qualche sacrificio fatto controvoglia)..prendete nota!:

  1. I Gavi di La Raia (sia 2013 che il Pisè 2012)
  2. Il Langhe Bianco Herzu di Ettore Germano
  3. Il Langhe Riesling Pétracine 2011 di Vajra
  4. Il Soave Classico “La Rocca” 2006 di PieroPan
  5. Il Toscana Bianco “Giovin Re” 2007 di Michele Satta
  6. Il Paestum Fiano “Kratos” di Luigi Maffini
  7. L’ Etna Bianco Superiore “Il Musmeci” di Tenuta di Fessina
  8. I Grappoli del Grillo 2001 di Marco De Bartoli
  9. L’Erbaluce di Caluso “La Rustia” di Orsolani
  10. Il Derthona Timorasso “Sterpi” 2007 di Vigneti Massa

Qualche nome anche sull’Estero ma qui la scelta è ancora più ardua (per altro molti non sono riuscito ad assaggiarli):

  1. Il Sancerre Blanc “Cote de Marloup” 2010 di Bernard Fleuriet et Fils
  2. Lo Chablis Grand Cru Valmur 2008 di Louis Moreau
  3. I Meursault 1er Cru Genevrières 2012 e 2007 di Michel Bouzereau et Fils
  4. Lo Chassagne Montrachet 1er Cru Les Chaunées 2011 di Bruno Colin
  5. L’Erbach Marcobrunn Riesling Trocken Erstes Gewachs 2012 di Schloss Schonborn (Germania)
  6. Il Kirchberg Gemischter Satz 2007 (Austria) di Durnberg

InBianco_Palazzo Carignano_di sera
Concludo con una piccola provocazione..ho assaggiato 62 vini, quasi tutti notevoli, senza sputare, un pò bevendo e un pò lasciando..ero sobrio, lucido e sono tornato a casa tranquillamente con tanti appunti e un ricordo di InBianco, di Palazzo Carignano e di Torino molto minerale, con un bouquet ampio e complesso, e un finale molto lungo e dolcissimo..

ps: non ho fatto foto dei vini, dei tavoli ma solo degli esterni….pazienza;)

 

 

Appassionato di Vino ormai dal 2005, assaggiatore ONAV di primo livello, tante serate e visite in cantina con devozione a Bacco..ho lanciato Trovino per aggregare contenuti e opportunità..e ora il Blog per unire in un coro unico la voce di produttori, enotecari, assaggiatori, giornalisti e poeti del vino...

Commenti

  • Grande Max! Complimenti per il tuo sito e la passione che ci metti!
    Ci vediamo presto!

    Persia 26 novembre 2014 13:53 Rispondi
    • Grazie Andrea! E’ un piacere leggerti! Torna a trovarci

      a presto
      Massimo

      Massimo 27 novembre 2014 14:46 Rispondi

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Tags dell´articolo:
· ·
Categorie dell´articolo:
Degustazioni · Fiere, sagre, eventi
108
https://www.trovino.it

Appassionato di Vino ormai dal 2005, assaggiatore ONAV di primo livello, tante serate e visite in cantina con devozione a Bacco..ho lanciato Trovino per aggregare contenuti e opportunità..e ora il Blog per unire in un coro unico la voce di produttori, enotecari, assaggiatori, giornalisti e poeti del vino...

Post Correlati


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi