Susumaniello Serre Cantina Due Palme: Alla scoperta di un autoctono pugliese

Susumaniello Serre - Cantine due Palme

Dal Weekend della Degustazione all’Hotel Marriot a Milano, sono tornato a casa con due bottiglie di Susumaniello Serre IGT della Cantina due Palme, viticoltore pugliese tra i più noti in Italia. Il Serre è fatto con uve Susumaniello in purezza, uno dei tanti vitigni autoctoni italiani recuperati negli ultimi anni, sui quali l’enologia del territorio sta investendo con impegno.

Ci sono molti vitigni al Sud come nel resto di Italia, poco noti ma di indubbie qualità (dal Tamurro in Basilicata, al Magliocco e Gaglioppo in Calabria, il Susumaniello in Puglia, l’ormai noto Nerello in Sicilia solo per citarne alcuni) che seppur fuori dalle mode e dalle attenzioni del marketing del vino, sono in grado di regalare assaggi di notevole piacevolezza, con la speranza che grazie al costante lavoro dei produttori possano garantire in futuro standard di qualità e tipicità utili per differenziare e personalizzare un mondo del vino che negli ultimi decenni ha rischiato un’indubbia omologazione dei prodotti proposti e dei gusti personali.

Ad ogni modo il Susumaniello (detto anche Somarello Nero) in questione, non delude all’assaggio, conferma le buone impressioni riscontrate in fiera, e mi spinge a curiosare nel nuovo punto vendita della Cantina Due Palme a Milano, occasione interessante per approfondire la degustazione dei vini pugliesi che propone il produttore.

Il Serre è un vino giovane ma ambizioso, rosso rubino acceso con ancora qualche nota violecea, franco e di buona beva pur essendo dotato di un corpo di tutto rispetto.
Molto fruttato (ciliegie e prugne), con note di viola e marmellata a completare le sensazioni primarie.
Spezie dolci (vaniglia e cannella) con sottofondo balsamico e leggere punte di mineralità completano il profilo olfattivo, meno complesso e ampio rispetto alle prime impressioni.
In bocca è morbidissimo, vellutato e dolce tanto da sembrare quasi abboccato. E’ un vino particolare, unico in alcune sfumature, ma ben bilanciato da una buona acidità che rende il vino fresco e pulito con un retrogusto amarognolo che rende il finale meno stucchevole e scontato rispetto alla beva, che risulta comunque gradevole.

Il Serre è una bella donna, da avventura di una notte più che da lenta e ricercata seduzione. Affascina più per le sue curve e la sua bellezza carnale che per il fascino misterioso dei suoi occhi o l’eleganza nel portamento.

Il Susumaniello Serre di Cantine Due Palme è ideale per chi vuole bere vini immediati e pronti, rotondi e senza spigoli.

Le offerte di vino di Cantine due Palme su Trovino

Appassionato di Vino ormai dal 2005, assaggiatore ONAV di primo livello, tante serate e visite in cantina con devozione a Bacco..ho lanciato Trovino per aggregare contenuti e opportunità..e ora il Blog per unire in un coro unico la voce di produttori, enotecari, assaggiatori, giornalisti e poeti del vino...

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Tags dell´articolo:
· ·
Categorie dell´articolo:
Assaggi Casalinghi

108
https://www.trovino.it

Appassionato di Vino ormai dal 2005, assaggiatore ONAV di primo livello, tante serate e visite in cantina con devozione a Bacco..ho lanciato Trovino per aggregare contenuti e opportunità..e ora il Blog per unire in un coro unico la voce di produttori, enotecari, assaggiatori, giornalisti e poeti del vino...

Commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi