Riesling Falkenstein 2010: Come superare il lunedì con l’eleganza del “Falco”

Riesling Falkenstein

Il lunedi è sempre l’occasione giusta per “addormentare” la giornata degustando un bel vino, di quelli che riescono a graffiare l’anima portando la mente su soffici meditazioni, utili a sfuggire alle grinfie delle scorie diurne: Il Riesling Falkenstein risponde bene a questa esigenza.

Gli esperti dicono che uno dei più grandi vitigni bianchi al mondo è il Riesling, elegante e complesso, longevo e strutturato.

In Europa trova livelli di eccellenza in Austria e Germania, ma anche in Italia abbiamo i nostri assi nella manica, in Friuli dove primeggia in diverse zone tra le quali il Collio e i Colli Orientali, oppure in Alto Adige, nella bella e assoltata Val Venosta, dove sono stato nel 2009.

Stasera mi concedo il Riesling Falkenstein 2010, piccola cantina posizionata sulla Rocca del Falco, che dall’alto domina la bella Naturno, meta ideale per le vacanze estive. I vigneti del produttore occupano una superficie di soli 6 ettari, coltivati fino a quota 600-650 metri sul livello del mare.

Se è vero che un gran vino si sente dall’olfatto, qui siamo davanti senza dubbio ad un vino di classe superiore.
Già a bicchiere fermo si viene colpiti da una grande personalità, un naso intenso, ma complesso ed elegante.
Note di fiori bianchi e gialli (mimose, margherite), mele gialle, agrumi e frutta esotica, pietra focaia su un tappeto di grande mineralità che seduce il naso senza via di scampo.
In bocca l’assaggio decolla, grasso e corposo, avvolge la bocca in un vortice di rinnovate emozioni, siamo a San Francisco e stiamo per salvare Kim Novak la prima volta, fascino da bionda impossibile, misteriosa e inarrivabile.
Nonostante l’importanza della beva e il tenore alcoolico (14,5%) il vino è fresco e scivola con eleganza in bocca grazie alla spiccata acidità e alla piacevole e ritrovata sapidità.

Retrogusto amarognolo e un finale lungo fanno scattare l’applauso.
Consigliatissimo con piatti di carne bianca, crostacei, pennette con gli scampi, tagliolini all’astice e pesce in generale (evitare piatti troppo delicati).

Prezzo-qualità eccellente tenuto conto della stoffa di questo vino, se capitate da quelle parti non potete mancare!

Le offerte di Riesling di Falkenstein su Trovino

Appassionato di Vino ormai dal 2005, assaggiatore ONAV di primo livello, tante serate e visite in cantina con devozione a Bacco..ho lanciato Trovino per aggregare contenuti e opportunità..e ora il Blog per unire in un coro unico la voce di produttori, enotecari, assaggiatori, giornalisti e poeti del vino...


Tags dell´articolo:
· ·
Categorie dell´articolo:
Assaggi Casalinghi
  • Bentornata Alessia, finalmente!
    E’ un gran bel vino, se lo trovi prendilo..ha anche un prezzo onesto..cosi potrai dirmi la tua…
    Sempre della Val Venostra, è valido anche il Riesling di Castel Juval, un pò meno pronto a parità di annata..da aspettare…un pò come te:)

    Massimo

    Massimo 25 gennaio 2012 23:59 Rispondi
  • ottimo suggerimento Massimo, prendo assolutamente nota 😉

    Alessia 25 gennaio 2012 11:26 Rispondi

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

108
http://www.trovino.it

Appassionato di Vino ormai dal 2005, assaggiatore ONAV di primo livello, tante serate e visite in cantina con devozione a Bacco..ho lanciato Trovino per aggregare contenuti e opportunità..e ora il Blog per unire in un coro unico la voce di produttori, enotecari, assaggiatori, giornalisti e poeti del vino...

Commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi